La siciliana ribelle

La siciliana ribelle - Regia: Marco Amenta
La siciliana ribelle – Regia: Marco Amenta

Rita nasce e cresce in un piccolo paese siciliano. Nel giorno della sua prima comunione il padre Vito, esponente di spicco della mafia locale, viene ucciso. Dopo aver scoperto il mandante dell’omicidio, Rita trascorre alcuni anni meditando la vendetta. Quando però anche il fratello viene trucidato, decide di recarsi in Procura a Palermo per consegnare il suo prezioso diario in cui ha annotato nomi e fatti legati ad alcuni mafiosi contro i quali è disposta a testimoniare. Inizia da questo momento il rapporto significativo con un procuratore antimafia che diventa il suo unico sostegno. Rita viene quindi trasferita a Roma sotto falsa identità, dove conduce un’esistenza in completa solitudine e costante timore. Rinnegata con brutalità anche dalla madre, a Rita non rimane altro che la determinazione per portare avanti la sua coraggiosa scelta. Ma la situazione precipita dopo l’uccisione del magistrato.

Il film è liberamente ispirato alla reale vicenda di Rita Atria ed è un lodevole esempio di cinema civile. Il regista ha modificato alcuni dettagli compiendo la scelta ben precisa di porre in risalto la sofferenza interiore di Rita e il suo travagliato percorso di formazione morale contro la mafia e l’omertà.

Regia: Marco Amenta
Attori: Gérard Junot, Veronica D’Agostino, Marcello Mazzarella, Carmelo Galati, Lucia Sardo
Anno: 2008
Nazione: Italia
Durata: 110’

Prenotalo in biblioteca

Leggi

Volevo nascere vento / Andrea Gentile
L’ora di pietra / Margherita Oggero
La scelta / Luisa Mattia
Senza coda / Marco Missiroli
Io non ho paura / Niccolò Ammaniti

Guarda

Alla luce del sole / Roberto Faenza
Io non ho paura : film / Gabriele Salvatores

Musica

Commenta le storie