Parole avvelenate

Copertina del libro in bianco e nero con l'immagine di un volto di ragazza
Parole avvelenate / Maite Carranza – Atmosphere libri, 2013

Barbara Molina scompare nel nulla a soli 15 anni. Allontanamento volontario? Rapimento? Aggressione finita in tragedia? Le indagini della polizia, condotte dal viceispettore Lozano, non approdano a nulla di concreto e dopo quattro anni, quando il poliziotto giunge alla vigilia della pensione, sembra che il caso sia destinato ad essere archiviato come irrisolto. Ma proprio il passaggio di consegne con il giovane collega incaricato di sostituirlo è la causa scatenante di alcune intuizioni che riaccendono in Lozano il desiderio di provare a risolvere, in corsa contro il tempo, il mistero. Si riveleranno fondamentali il contributo di un’amica di Barbara e il coinvolgimento dei genitori della ragazza.

Quattro voci, quattro differenti punti di vista si alternano nella ricostruzione della vicenda di Barbara: nell’arco di un’unica giornata crollerà il castello di bugie, segreti e false apparenze dietro il quale si cela la drammatica verità sulla sparizione della giovane ragazza. Incalzante, rapido, il libro si legge come un poliziesco, ma offre una preziosa occasione di riflessione sui meccanismi psicologici che vengono messi in atto nei casi di abuso.

“[…] le parole avvelenate corrono lungo le vene, come un cancro maligno, fino ad arrivare al cuore e a ucciderlo.”

Prenotalo in biblioteca

Leggi

Amabili resti / Alice Sebold
Io so’ Carmela / Alessia Di Giovanni, Monica Barengo

Guarda

Difret / Zeresenay Berhane Mehari

Musica

Commenta le storie