Brucio

Copertina del libro con l'immagine di due occhi circondati da occhiali di fiamme
Brucio / Christian Frascella – Mondadori, 2016

Dal risveglio in ospedale dopo il rogo che si è portato via tutta la sua famiglia, Tommy ha cominciato il suo vagabondaggio in giro per l’Italia tra istituti per orfani e famiglie affidatarie. La tragedia, che lo ha colpito giovanissimo, lo ha costretto ad una crescita affrettata. Indurito dalle circostanze, guarda il mondo con occhio cinico e senza aspettarsi troppo dal prossimo, ansioso di compiere il prima possibile diciotto anni per avere finalmente il controllo della propria vita. La sua permanenza nell’ennesima famiglia non comincia sotto i migliori auspici: trovatosi casualmente ad assistere ad una rapina, riesce a mettere in fuga i malviventi, ma la polizia lo ritiene coinvolto nel tentato furto. Neppure nella nuova scuola le cose paiono funzionare, preso di mira dalla preside ed oggetto dello scherno degli altri studenti. Solo l’inaspettata amicizia con la compagna di classe Sally sembra dare una rinnovata luce alle sue giornate. Se non fosse che la ragazza è nipote di quello stesso ispettore che lo ha arrestato…

Christian Frascella ci regala ancora una volta romanzo intenso, duro, arrabbiato e ricco di introspezione: il cinismo con il quale Tommy osserva ciò che lo circonda nasconde un animo sensibile e sofferente, messo troppe volte a dura prova da cattiverie e pregiudizi.

“Le mani, le braccia, il torace bruciano, sento il puzzo nauseabondo della mia carne che arrostisce. “Aiuto!”, ma la mia bocca è divisa, e così i miei denti, il mento, tutto. Le fiamme attaccano le ossa, che sembrano cigolare, come se la mano del fuoco le stesse grattando, arpionando, stringendo per spezzarle. Grido con tutto ciò che mi resta di sano in corpo, grido di sconforto e di terrore. Grido con quello che rimane della mia voce, dell’aria carbonizzata nei miei polmoni.”

Prenotalo in biblioteca

Leggi

Wonder / J.R Palacio

Musica

Commenta le storie