Un bel giorno per rimanere da sola

Copertina del libro con l'immagine di una ragazza con un abito tradizionale giapponese
Un bel giorno per rimanere da sola / Nanae Aoyama – Salani, 2010

La decisione di non iscriversi all’università per cercare un’opportunità nella grande Tokio porta Chizu ad abitare nella casa dell’anziana Ginko. La tranquillità della ragazza, in quel delicato momento della vita nel quale si è alla ricerca di sé, è messa alla prova da una famiglia disunita, un rapporto sentimentale basato più sull’inerzia e sull’abitudine, ed infine da una serie di lavori precari e saltuari. Chizu si sente soffocare, è depressa, è delusa da tutto e da tutti e non nutre fiducia in sè stessa. Ma l’anziana Ginko, con la sua esperienza e la sua saggezza, potrà aiutarla a crescere

Chi non si è mai posto le stesse domande che si fa Chizu in quei particolari momenti di fragilità e debolezza? Grazie al personaggio di Ginko, però, capiamo come spesso solo il tempo e l’esperienza ci diano le risposte e la forza per affrontare le sfide che la vita ci mette davanti.

Prenotalo in biblioteca

Musica

Commenta le storie