Zahra’s Paradise

Copertina del fumetto con l'immagine di una donna anziana e di un ragazzo giovane che si abbracciano
Zahra’s Paradise / Amir & Khalil – Rizzoli Lizard, 2011

Il 15 giugno 2009 milioni di persone si riversarono in piazza a Teheran per protestare contro i brogli elettorali che confermarono il presidente in carica Mahmoud Ahmadinejad.
Moltissimi dei partecipanti alla protesta furono prelevati a forza, anche dagli ospedali, per essere rinchiusi nelle famigerate carceri di Kahrizak e Evin, dove furono torturati e uccisi. Mehdi era tra i manifestanti: Hassan e la madre cercano disperatamente di scoprire che fine ha fatto il ragazzo, uscito di casa per unirsi alla ribellione pacifica e mai più tornato…

Una storia toccante, che invita alla riflessione. Un atto d’accusa duro e senza sconti, dove la figura fittizia di Mehdi è la metafora delle migliaia di persone morte e scomparse per aver osato opporsi alla Repubblica Islamica. Zahra’s Paradise è il nome di un immenso cimitero di Teheran, ma è anche un blog che prende ispirazione dalla giornalista iraniana canadese Zahra (Ziba) Kazemi, morta in seguito alla sevizie subite nel carcere di Evin.

Prenotalo in biblioteca

Leggi

Persepolis : fumetto / Marjane Satrapi
Gringolandia / Lynn Miller-Lachmann

Guarda

Persepolis / Marjane Satrapi, Vincent Paronnaud
I gatti persiani / Bahman Ghobadi

Commenta le storie