Un anno molto particolare

Copertina del libro con l'immagine di una ragazza con una valigia
Un anno molto particolare / Brigitte Giraud – Guanda, 2010

Quando Laura parte da Parigi, si lascia alle spalle un rapporto conflittuale con la famiglia d’origine, divenuto precario dopo un evento doloroso. L’accoglienza presso la famiglia che la ospita, i Bergen, all’inizio è piuttosto fredda: la ragazza fatica ad inserirsi in uno schema di vita dove non è chiaro quale siano le sue mansioni; inoltre il considerevole scoglio di una lingua che ancora non padroneggia perfettamente la fa precipitare in una profonda solitudine, mista all’oscuro timore di perdersi. Con il passare dei mesi riesce, però, a stabilire un rapporto con i due figli dei Bergen: con Thomas nasce una sorta di complicità, mentre con la piccola Suzanne il suo ruolo diviene quasi materno. Tutto muta all’improvviso quando la signora Bergen si ammala gravemente e Laura dovrà farsi carico di decisioni e responsabilità a cui non era preparata.

“Un anno molto particolare” è un romanzo di formazione in cui la protagonista compie un importante passaggio dove cercare di apprendere una lingua straniera diviene metafora per compiere il faticoso viaggio verso la vita adulta.

Prenotalo in biblioteca

Musica

Commenta le storie