Stanotte guardiamo le stelle

Copertina del libro con l'immagine di un ragazzo che tiene in equilibrio un pallone da calcio sulla testa
Stanotte guardiamo le stelle / Alì Ehsani – Feltrinelli, 2016

 

Kabul, Afghanistan, primi anni Novanta. Alì è un ragazzino come tanti, che ama avere accanto a sé amici con i quali giocare a pallone. Un giorno, tornando da scuola, al posto della sua casa trova un cumulo di macerie: pensa di aver sbagliato strada, si siede su un muretto e aspetta il fratello maggiore Mohammed, di 17 anni. Ad un certo punto Mohammed arriva e gli spiega che la casa è distrutta e che entrambi i genitori sono morti. Inizia così il lunghissimo, drammatico, viaggio, durato cinque anni, per raggiungere prima i parenti in Pakistan, e proseguire poi per l’Europa.

È il racconto di un giovane, scritto in forma di monologo, indirizzato al fratello Mohammed, morto durante la traversata in mare per raggiungere l’Europa. Alì non ha mai conosciuto la sua città in pace, ha vissuto solo dolori e lutti: eppure, nella drammaticità della storia, il suo ottimismo e la sua voglia di “normalità” trasmettono speranza per il futuro.

“La speranza di andare oltre, di arrivare da qualche parte, mi dava forza, mi dava la sensazione di poter cambiare il mio destino ogni mattina. Magari erano storie che ci raccontavamo ma noi a queste storie ci credevamo. Mi dicevo che ce l’avrei dovuta mettere tutta ma che poi sarei riuscito a realizzare i sogni che tu, Mohammed, avevi per noi: innamorarsi, trovare una casa in cui vivere, avere dei figli e poter camminare a testa alta senza essere continuamente umiliati”.

Prenotalo in biblioteca

Leggi

Verso casa / Michael Morpurgo
Libero! / Dominique Torrès
Non dirmi che hai paura / Giuseppe Catozzella
Nel mare ci sono i coccodrilli / Fabio Geda

Guarda

Welcome / Philippe Lioret

Commenta le storie