Maus

Copertina del fumetto con l'immagine allegorica di alcuni ebrei in forma di topi, e una svastica alle loro spalle con l'immagine allegorica di un gatto nazista
Maus: racconto di un sopravvissuto / Art Spiegelmann – Eianudi, 2000

“Maus” racconta tutte le terribili peripezie vissute da Vladek durante tutto l’arco della Seconda Guerra Mondiale: dalla vita agiata e tranquilla degli anni ’30 a quella squallida del ghetto dopo l’invasione della Polonia, dal periodo della fuga e della clandestinità all’orrore del lager. La vicenda è ricostruita con molta accuratezza storica, ma l’attenzione dell’autore è soprattutto rivolta all’aspetto umano dei personaggi: l’acume e l’intraprendenza di Vladek, la fragilità e la sensibilità della giovane moglie Anja, futura madre di Art.

Questo romanzo in forma di fumetto alterna presente e passato, brutalità e divertimento, con rara maestria. Il romanzo è un continuo alternarsi fra la vita di tutti i giorni e l’orrore dell’olocausto, fra il padre di oggi e il padre di ieri. I personaggi, allegoricamente, non sono rappresentati in forma umana, ma in forma animale, con gli ebrei che diventano i topi e i loro persecutori nazisti i gatti.

Prenotalo in biblioteca

Leggi

Auslander / Paul Dowswell

Guarda

L’onda / Dennis Gansel
La Rosa Bianca: Sophie Scholl / Marc Rothemund

Commenta le storie