Lungo la strada

Copertina del libro con un ragazzo con in spalla una sacca da viaggio, e alle sue spalle vari oggetti
Lungo la strada / Gary Paulsen – Mondadori, 1998

Terry può dire di non avere mai avuto dei genitori, non perché non esistessero ma perché non erano presenti per lui. In casa litigi su litigi costruiscono muri insormontabili, con i quali il ragazzo ha imparato a convivere. Durante un apparentemente normale weekend, Terry, stupito da un insolito silenzio fra le mura domestiche, intuisce che qualcosa di particolare è successo. I suoi genitori se ne sono andati ognuno per la sua strada, senza prima pensare a quell’unica cosa che avevano in comune: il figlio. Terry non si perde d’animo e decide che, piuttosto di continuare a sentire urla e battibecchi, forse è meglio così. Grazie alla sua sfrenata passione per le macchine e per il modellismo, si ricorda che il padre ha in garage un’automobile da assemblare; si mette quindi all’opera e dopo una settimana di duro ed estenuante lavoro si ritrova lanciato verso ovest con la sua Blakely Bearcat, senza patente e con targhe fasulle. Partito dall’Ohio per raggiungere uno zio nell’Oregon, Terry scopre un’America diversa grazie a due reduci del Vietnam che si uniscono a lui nel viaggio.

Libro che parla della fatica di crescere e di come scoprendo il mondo che ci circonda si impari in realtà a conoscere anche se stessi.

Prenotalo in biblioteca

Commenta le storie