Io sono leggenda

Copertin a del libro con l'immagine di un uomo vestito di nero a spalle chine che cammina verso l'orizzonte
Io sono leggenda / Richard Matheson – Fanucci, 2003

Una guerra batteriologica senza controllo, una pandemia diffusa da tempeste di polvere ha spazzato via il genere umano, o meglio ha trasformato ogni uomo in un vampiro. Robert, dopo avere perso la moglie e la figlia si è reso conto di essere immune all’ecatombe che lo circonda. E’ rimasto dunque completamente solo dopo la fine del mondo: le giornate sono lunghe e monotone, le strade deserte, le abitazioni vuote; le notti invece sono piene di creature affamate, che urlano, gemono e cercano in ogni modo di penetrare nella sua casa.
Robert passa le giornate a scovare i vampiri e a sterminarli e le nottate a difendersi barricato in casa , con la musica ed un po’ di whisky, quasi a cercare di isolarsi da ciò che lo circonda. Dopo la rabbia iniziale, Robert viene sopraffatto dalla tremenda consapevolezza di essere irrimediabilmente solo e la tentazione di aprire la porta alle creature e lasciarsi catturare per diventare come loro è davvero forte.

Il libro cattura il lettore trascinandolo dentro la storia, dentro la disperazione, la solitudine, il dolore del protagonista. Il processo di identificazione è immediato e profonda la riflessione sul concetto di diverso e normale in un mondo che è finito e ricominciato.

Prenotalo in biblioteca

Guarda

28 giorni dopo / Danny Boyle
Io sono leggenda: film / Francis Lawrence

Commenta le storie