Il rumore dei tuoi passi

Copertina del libro con l'immagine di una ragazza e un ragazzo seduti su delle gradinate
Il rumore dei tuoi passi / Valentina D’Urbano – Longanesi, 2012

 Beatrice e Alfredo vivono nello stesso condominio all’interno di un quartiere di case occupate denominato “la Fortezza”, accomunati da condizioni di vita problematiche. Alfredo, senza madre e con un padre alcolista, viene quasi quotidianamente accolto insieme ai suoi due fratelli nella casa di Beatrice dove viene considerato come un figlio. Tra i due ragazzi nasce un profondo e ambiguo legame. Per tutti Bea e Alfredo sono “i gemelli”, poiché non sanno fare a meno l’uno dell’altra. Ma il loro è un rapporto contraddittorio, in cui la violenza si alterna ad una strana forma di protezione reciproca. Nel malfamato quartiere non esiste un futuro dalle prospettive incoraggianti e i due ragazzi si ritrovano a condividere insieme ai coetanei esperienze dure che fanno da sfondo alla loro crescita. Beatrice è la più forte. Forse grazie alla presenza dei suoi genitori, poveri ma ancorati a sani principi, riesce ad evitare la completa deriva. Alfredo, più fragile perché vittima costante della violenza del padre sin dall’infanzia, è dominato da una sotterranea inquietudine che lo spinge a cercare nell’eroina l’unica forma di consolazione.

Un romanzo duro e spietato che mostra la drammatica sorte di alcuni adolescenti impossibilitati a riscattarsi dalle conseguenze generate da un contesto di crescita problematico. “La Fortezza” diviene quindi l’emblema di uno dei tanti quartieri “ghetto” dove le esperienze negative possono delineare solo destini tragici, anche se talvolta qualcuno può trovare la forza di opporsi e cambiare.

Prenotalo in biblioteca

Leggi

Acciaio / Silvia Avallone

Musica

Commenta le storie